Rose equosolidali a San Valentino

postato in: Punti vendita | 0

Sabato 14 Febbraio se vai a fare la spesa nei punti vendita Coop Superstore di Trento e di Rovereto, puoi acquistare le rose equosolidali come regalo di San Valentino. Oggi per festeggiare ti proponiamo di guardare questo video, un mini-documentario sull’azienda Karen Roses che opera in Kenya nel segno Fairtrade. In questo modo puoi vedere che  quello che è un piccolo gesto per te può diventare qualcosa di grande – lontano da te.

Il documentario inizia con la storia di Grace Mwangi, ragazza-madre di due figli, che vive in una casetta di mattoni nel villaggio di Eldama Ravine, 230 km a nord da Nairobi. Grazie al suo lavoro nell’azienda Karen Roses, può mantenere da sola i suoi figli, che per otto ore devono badare a se stessi mentre la madre è al lavoro.

grace_karenroses

L’azienda Karen Roses è un’azienda davvero ben organizzata. Rebecca Kotut, titolare e fondatrice, ci racconta che è nata nel 1989, e da 2 serre è passata ad averne 85. Oggi occupa circa 1.000 dipendenti, di cui il 52% donne ed esporta rose in tutto il mondo.

rebecca_kotut

Nel 2004 la scelta di entrare nel circuito Fairtrade è stata naturale, dice la responsabile marketing Janice Kotut-Sang, figlia di Rebecca, perchè ha dato all’azienda la possibilità di migliorare in tutti i suoi aspetti, primo tra tutti quello della tutela dei lavoratori. Nel documentario vediamo come è efficiente l’organizzazione del lavoro: dalla raccolta dei fiori al momento giusto alla loro classificazione, dalla eliminazione di spine e foglie fino alla preparazione per l’imballaggio e il deposito in frigorifero in attesa di essere spedite.

Ma anche per l’ambiente l’azienda fa molto, dice il responsabile della produzione Peter Kamuren: viene utilizzata la idrocultura a basso impatto ambientale, che consente un minor consumo di acqua e al tempo stesso di preservare il suolo dai fertilizzanti.

Anche le acque reflue del processo di lavorazione sono filtrate e riutilizzate attraverso una zona umida limitrofa all’azienda, ci racconta l’amministratore, Calab Kiptoo.

Fairtrade Fairtrade inoltre assegna un Premium all’azienda, che viene gestito da una commissione di lavoratori. Il Premium viene quindi speso per creare servizi comuni nel Resource Center (biblioteca, sartoria, lavanderia, clinica, ecc.); per finanziare progetti sull’acqua; per aiutare le persone affette da AIDS o per sostenere i lavoratori che hanno talento nello sport; ma anche per costruire nuove aule scolastiche, pagare le rette di chi ha molti fratelli e sostenere gli studenti meritevoli.

In definitiva, Karen Roses e Fairtrade hanno cambiato la vita della comunità di questo villaggio.

Guarda il video:

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi i post che abbiamo realizzato sulla cioccolata, le banane e le bevande certificate Fairtrade. Buon San Valentino a tutti dalla redazione di Ecoacquisti Trentino!

Ti interessa rimanere aggiornato sugli ecoacquisti in Trentino?
Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 983 iscritti.

Lascia un commento