Perchè scegliere il cotone biologico?

postato in: Buone pratiche | 1

Perchè scegliere il cotone biologico? I vantaggi sono così tanti che vale la pena di sostenere un prezzo di acquisto più alto. Ecco le indicazioni per riconoscerlo sulle etichette.

Perchè il cotone biologico?

Scegliere un capo in cotone biologico offre alcune importanti garanzie, dal punto di vista ambientale, qualitativo e sociale.

  • Un limitato impatto ambientale della produzione, che consuma molta acqua e molta energia in Paesi in via di sviluppo, dove queste risorse sono scarse per la popolazione;
  • L’utilizzo di materie prime naturali coltivate con il metodo dell’agricoltura biologica e la cui filiera è rintracciabile e garantita;
  • Il divieto di utilizzare sostanze chimiche tossiche per la salute umana (come nel caso degli ftalati o nel caso della sabbiatura dei jeans);
  • Maggiore qualità del prodotto, rispetto alla traspirabilità, alla resistenza allo sfregamento, al lavaggio e al rispetto di precisi parametri di restringimento;
  • La cura delle condizioni di vita e di lavoro delle famiglie impiegate nella produzione del cotone e nella lavorazione tessile.

La certificazione GOTS – Global Organic Textile Exchange

Lo standard internazionale più diffuso al mondo per il tessile biologico è il GOTS. Questo è il marchio che trovi sulle etichette dei vestiti e dei capi d’abbigliamento, anche intimo.

logo_gots

C’è un database internazionale che ti consente di verificare online se il prodotto è certificato GOTS. Ci sono due tipi di etichette in base alla qualità. La prima – “biologico” in etichetta – prevede l’impiego di fibre biologiche certificate per una percentuale maggiore o uguale al 95% e una percentuale inferiore o uguale al 5% di fibre non biologiche sintetiche. La seconda reca in etichetta “fatto con X% biologico” e prevede una percentuale maggiore o uguale al 70% di fibre biologiche e certificate, e un 30% (inferiore o uguale) di fibre non biologiche, ma con un massimo del 10% di fibre sintetiche (questa percentuale può raggiungere il 25% per calze, leggins e abbigliamento sportivo).

In sintesi, la cosa importante è che non è ammesso mescolare fibre organiche e convenzionali dello stesso tipo nello stesso prodotto!

Un altro marchio presente nel tessile che garantisce l’assenza di sostanze tossiche e nocive per la salute umana è l’OEKO-TEX Standard. Questo ci sembra più diffuso: lo hai mai visto?

OEKO_100_RGB_ITALIAN_Image_RC

Per saperne di più ti rimandiamo a questo link, dove illustra le quattro classi di prodotto che possono recare questo standard.

Le azioni di sensibilizzazione

Le azioni di sensibilizzazione sono state moltissime, ma i consumatori non sono ancora abbastanza tutelati nelle loro scelte. Tra le principali azioni citiamo la campagna Piccoli Mostri di Greenpeace – contro le sostanze tossiche nei vestiti per bambini di note marche – e la campagna Abiti Puliti – che invitava a scoprire l’etichetta dei vestiti promossa dalla sezione italiana della Clean Clothes Campaign, che opera per il miglioramento delle condizioni di lavoro e il rafforzamento dei lavoratori nell’industria tessile globale.

Ti interessa rimanere aggiornato sugli ecoacquisti in Trentino?
Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 986 iscritti.

Una risposta

  1. vorrei aprire un negozio di prodotti biologici dalla cosmesi all’abbigliamento in provincia di foggia in fase di aprire la partita iva cell 3471041262

Lascia un commento