Abiti più giusti: la rivoluzione della moda

postato in: Iniziative | 0

Il 24 aprile 2014 torna la campagna Fashion Revoltution Day – la rivoluzione della moda – in memoria della strage di Rana Plaza: un invito a essere più consapevoli degli abiti che indossiamo e a mostrare le etichette dei nostri vestiti sui social network utilizzando i due hashatg #Fashrev oppure #whomademyclothes per contattare le case di moda.

fashion_revolution_dayPerchè una rivoluzione della moda è necessaria?

Il 24 aprile di 2 anni fa, 1133 persone sono morte nella strage di Rana Plaza a Dhaka, in Bangladesh, 2500 feriti. Sono morti mentre lavoravano per noti brand della moda in uno dei tanti incidenti che affliggono l’industra dell’abbigliamento.

Rana-Plaza-FRFashion Revolution è una alleanza globale di designer, accademici, scrittori, imprenditori e politici che chiedono una riforma sistematica della filiera della moda.  Questo gruppo di persone vede nel disastro di Rana Plaza una metaforica chiamata alle armi, e il Fashion Revolution Day, ogni anno il 24 aprile, mettendo sotto gli occhi di tutti i più deboli della filiera, chiede una rivoluzione della moda.

Aderire

Tutti possiamo partecipare con diverse modalità: produttori, negozi, scuole, case di moda, privati cittadini.

Noi come cittadini possiamo metterci in contatto tramite i social network con le case di moda per chiedere loro “Who made my clothes?”, fotografando l’etichetta del nostro vestito e utilizzando uno dei due hashtag #Fashrev oppure #whomademyclothes. Poi comunica alla campagna se hai ricevuto risposta e se sei riuscito ad ottenere qualche informazione in più sulla “strada” che ha fatto il tuo vestito, da quali mani è passato.

Per sapere tutti i dettagli consulta il depliant informativo (in inglese).

Passaparola!

 

Ti interessa rimanere aggiornato sugli ecoacquisti in Trentino?
Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 981 iscritti.

Lascia un commento